Laboratorio: spettro

Analizzatore di spettro RF

In laboratorio è possibile fare misure sullo spettro di un segnale utilizzando:

In questa pagina utilizzeremo un Picoscope 3405A prodotto da Pico Technology.

Esempio 1

Generiamo un segnale ad onda quadra con ampiezza a scelta e frequenza di qualche kHz. Visualizziamo il segnale nel dominio del tempo collegando direttamente l'uscita del Generatore di Funzioni ad una sonda:

Sonda collegata direttamente al GdF

Onda quadra

Per visualizzare lo spettro occorre utilizzare le icone di seguito evidenziate.

Occorre in particolare impostare le seguenti opzioni:

Con i cursori è possibile misurare l'ampiezza e la frequenza delle singole linee spettrali (consiglio: Peak nearest ruler 1)

Attività:

Esercizio 2

Generare un segnale rettangolare

Attività:

Esercizio 3

[Approfondimento] Esplorare lo spettro di altri segnali (triangolare o sinusoidale, per esempio).

Esercizio 4

[Approfondimento] Generare e commentare il seguente spettro, praticamente una modulazione di frequenza:

Sprettro di un segnale FM

Esercizio 4

[Approfondimento avanzato] Generare con Arduino una sequenza seriale continuamente variabile, da trasmettere con l'interfaccia SPI. Analizzare lo spettro del segnale presente sul segnale MOSI.  

Note

  1. TON è il tempo per cui il segnale rimane altro, TOFF è il tempo per cui il segnale rimane basso. Escludendo eventuali tempi di transizione, il periodo è T = TON + TOFF. Il Duty Cycle è, in percentuale, il rapporto tra TON e T: DC% = TON / T
  2. Nelle misure reali viene in genere preferita la scala logaritmica per le tensioni, ma questa tende a confondere la visualizzazione


Data di creazione di questa pagina: ottobre 2020
Ultima modifica: 4 ottobre 2021


Licenza "Creative Commons" - Attribuzione-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported


Pagina principaleAccessibilitàNote legaliPosta elettronicaXHTML 1.0 StrictCSS 3

Vai in cima