Salta la barra di navigazione [1] - Vai alla barra di navigazione [3] - Scrivimi una mail [4]

Power bank

Sommario - Novità - Tutorial - Taccuino - Progetti - Risorse - Non solo elettronica

Misura della capacità di un Power Bank

Penso che a tutti sia capitato di leggere di batterie esterne di capacità esagerata... e accorgesi poi della fregatura quando la si usa per ricaricare il telefonino. In questa pagina riporto i valori che ho misurato con alcune batterie prese su un noto sito di commercio elettronico. In alcuni casi le ho comprate, in altri me le hanno regalate i venditori (che magari poi si sono accorti di non aver fatto un buon affare), in altri ho avuto la batteria il prestito per fare un test. In pratica un abbozzo di quella che forse sarà un giorno un'ampia comparazione di modelli.

Il metodo di misura è, al momento, manuale e assolutamente semplice. Si collegano alcune resistenze di potenza, si misura corrente e tensione fino a quando la batteria è completamente scarica, si inseriscono in tabella i dati misurati.

Alcune note:

Di seguito quanto ho misurato:

Prodotto Corrente di test [mA] Tensione di test [V] Durata [h:m] Capacità effettiva [mAh] Capacità effettiva [Wh] Peso [g] Densità di energia [Wh/Kg]
iHarbort ® 10000 mAh 1 400 mA 4.8 V 4:10 5 950 mAh 28 Wh 257 g 110 Wh/kg
Anker PowerCore 20100 mAh 2 830 mA 4,85 V 4:17 12 000 mAh 58 Wh 357 g 160 Wh/kg
EasyAcc 5000 mAh 750 mA 5,2 V 4:25 3 250 mAh 17 Wh 130 g 130 Wh/kg
BC Master 5000 mAh 850 mA 5,05 V 3:40 3 080 mAh 15 Wh 129 g 119 Wh/kg
AmazonBasics 5600 mAh 790 mA 4,65 V 4:57 3 900 mAh 18 Wh 131 g 140 Wh/kg
Belkin F8M989 6600 mAh 800 mA 4,80 V 5:43 4570 mAh 22 Wh 210 g 105 Wh/kg
Belkin F8M992 6600 mAh 1400 mA 4,90 3:01 4225 mAh 21 Wh 220 g 95 Wh/kg

Una cosa che si nota immediatamente è l'ottimismo con cui i venditori stimano la capacità del power bank... Diciamo che a loro parziale scusante c'è il fatto che forse indicano la capacità della batteria interna (non del power bank). Per ottenere il fattore di correzione occorre:

La tensione di uscita è importante perché ad essa occorre sottrarre la caduta di tensione del cavo USB, che a volte arriva ad 1 V: alcuni dispositivi non sono infatti in grado di funzionare con tensioni inferiori al minimo dello standard USB (4.5 V). Per questo è bene usare cavi USB brevi e di sezione elevata, oppure power bank con tensione di uscita elevata.

Conclusione

Cosa dobbiamo cercare in un power-bank?

Se prevediamo di stare a lungo lontani da una presa di corrente
Scegliamo un dispositivo con una capacità elevata. Come parametro meglio considerare i Wh e solo in seconda battuta i mAh (reali...). Se per esempio la batteria del cellulare ha capacità di 10 Wh, un Anker PowerCore 20100 mAh permette quasi sei ricariche complete, un'esagerazione se vi serve per andare al lavoro, ma indispensabile se prevedere un trekking di cinque giorni nella natura più selvaggia.
Se dobbiamo mettere il power bank nello zaino
Scegliamo un dispositivo leggero o, in seconda battuta, dall'elevata densità di energia. Questo è l'aspetto che più mi interessa, visto che amo camminare per 30 km al giorno. Tenete conto che 10 Wh sono più che sufficienti per un'autonomia di 10-15 ore con GPS acceso (oltre alla durata della batteria del cellulare).
Se vogliamo una ricarica veloce
Scegliamo un dispositivo che, a corrente elevata, presenta una tensione elevata. Per esempio il AmazonBasics 5600 mAh, ottimo per molti aspetti, fatica a ricaricare alcuni dispositivi.

La mia scelta: AmazonBasics 5600 mAh (precedentemente: EasyAcc 5000 mAh)

Note

  1. In realtà corrente e tensione tendono a diminuire durante la scarica della batteria. Il valore indicato è una media pesata

 

Parole chiave: batteria esterna - smartphone - capacità - power bank

Ultima modifica di questa pagina: 19 ottobre 2016


EN - Pagina principale - Sommario - Accessibilità - Note legali e privacy policy - Posta elettronica

XHTML 1.0 Strict - CSS 3